Il Vizio della Speranza: una clip esclusiva del backstage del film di Edoardo De Angelis

- Google+
7
Il Vizio della Speranza: una clip esclusiva del backstage del film di Edoardo De Angelis

Ha vinto il Premio del Pubblico alla Festa del Cinema di Roma 2018 Il vizio della speranza, e al Tokyo International Film Festival si è aggiudicato il premio per la migliore regia e il premio per la migliore attrice (andato a Pina Turco).
E’ un film complesso e raffinato il nuovo lungometraggio di Edoardo De Angelis, che in una Castel Volturno attraversata da un fiume che sembra lo Stige dell'antico Inferno ambienta una storia di pietà umana, e di speranza, appunto, una speranza che più che un difetto è un gesto di rivolta, la vittoria della vita sulla morte.

Il vizio della speranza ci mostra anche una delle ultime frontiere della dell'italica malavita e dell'umana ignominia: ci racconta il business della vendita dei neonati, bambini partoriti da donne in prevalenza immigrate e qui tenute nascoste, nell'ultimissima fase della gravidanza, in una casupola fatiscente, luogo di dolore e di felicità negata dove Maria,la protagonista della storia, le trasporta.
Il film ci racconta il viaggio e il cambiamento di questa donna senza un Dio né un compagno né amici, soffermandosi in particolare sulle sue lunghe camminate nel fango e al freddo.

Ne vediamo un assaggio nel nella clip di backstage che vi mostriamo in esclusiva e che, oltre a stralci di vita da set, comprende un'intervista a De Angelis e una alla Turco. Dalle immagini che vediamo, e che sono accompagnate dalla tarantella di Enzo Avitabile "Nun E’ giusto", si capisce che erano giorni di freddo e di vento. Il fiume Volturno era limaccioso e agitato e il cielo bianco e vuoto come in certe giornate d'inverno che che solo i nostalgici e i malinconici amano.



Carola Proto
  • Giornalista specializzata in interviste
  • Appassionata di cinema italiano e commedie sentimentali
Lascia un Commento
Schede di riferimento
Lascia un Commento